La Rubrica dell'Esperto - Ponzi SpA

La Rubrica dell’Esperto – “Il mito della spia”

‘La Rubrica dell’Esperto’ è il nuovo appuntamento con Ponzi Investigazioni dedicato ai temi più rilevanti nel settore delle investigazioni, delle informazioni economiche e patrimoniali e della sicurezza.

In questa uscita parleremo del mito della spia.

Il mito della spia

  • Una donna incantevole seduce un altissimo ufficiale che, accecato dalla seduzione, finirà per rivelarle segreti militari. 
  • Un vecchio gentiluomo in pensione lascia la sua vita tranquilla e monotona per dedicarsi alla creazione di una organizzazione di persone addestrate per le più spericolate azioni dietro le linee. 
  • Un uomo atletico a affascinante affronta e sgomina a colpi di karate sei o sette agenti avversari e porta in salvo documenti trafugati, scappando su una potente auto munita di mille trucchi.

Sono alcune delle più consolidate immagini della spia diffuse da decenni di letteratura e cinema in tema di spy story, Mata Hari, William Stephenson, ma soprattutto James Bond l’agente segreto per eccellenza; dopo di lui 007 diventerà il sinonimo più utilizzato per dire spia o agente di un servizio segreto.

Protagonista dei romanzi di Ian Fleming, ispirato alla figura di Porfirio Rubirosa, il playboy che aveva sposato Flor de Oro Trujillo, figlia del sanguinario dittatore di Santo Domingo.

A soli 27 anni Porfirio divenne ambasciatore a Berlino, diresse i servizi di polizia del regime trujillista  e fu sospettato di aver ordinato l’uccisione di diversi oppositori. 

Fu anche ambasciatore a Cuba e svolse diverse operazioni di intelligence, ma tutto questo fu soverchiato dalla sua immagine mondana, sempre in compagnia di donne bellissime alcune delle quali divenute anche mogli. Amicizie importanti, da Goebbels a Guevara, Kennedy e Peron, anche Agnelli.      

Dopo la Prima guerra mondiale l’agente segreto inizia ad acquisire un alone romantico, eroico, non più visto come personaggio ignobile come spesso ritratto nei romanzi.

Ma quanto c’è di vero in questa immagine? Mata Hari è esistita storicamente, altri come James Bond sono stati ispirati da personaggi reali.

In realtà, la maggioranza degli uomini e donne dei servizi segreti conduce una vita meno spericolata/avventurosa.

L’intelligence è un lavoro fatto di molta routine, di tante conversazioni e di una grande quantità di ore a tavolino. O forse no…

Francesco Ponzi
CEO Gruppo Investigativo PONZI SpA

Se vuoi rimanere aggiornato sui temi più interessanti del settore investigativo e della sicurezza, non perdere i prossimi appuntamenti della Rubrica dell’Esperto!

Torna su